Segnalazioni condotte illecite (cd. whistleblowing)

Per la segnalazione delle condotte illecite è stato predisposto un modello allegato. Resta fermo che la segnalazione/comunicazione può anche essere presentata con dichiarazione diversa da quella prevista nel modulo, purché contenente gli elementi essenziali indicati in quest’ultimo. Nelle more dell’attivazione di una apposita piattaforma informatica dedicata all’acquisizione ed alla gestione delle segnalazioni, queste dovranno essere inoltrate in forma scritta all’indirizzo e-mail ad accesso riservato esclusivamente al RPCT (whistleblowing@commissariounicodepurazione.it) o inviate, in busta chiusa indirizzata al Responsabile della prevenzione della corruzione e della trasparenza, Commissario unico ex D.P.C.M. 10.5.2020, in Roma, via Calabria n. 35. Il RPCT valuterà le segnalazioni ricevute e le eventuali conseguenti iniziative ascoltando eventualmente l’autore della segnalazione e/o il responsabile della presunta violazione e motivando per iscritto eventuali decisioni di non procedere ad una indagine interna. Gli eventuali provvedimenti conseguenti saranno applicati in conformità a quanto previsto dalla Legge n. 190/2012. In particolare, il RPCT agirà in modo da garantire la riservatezza dell’identità degli autori delle violazioni delle segnalazioni anche al fine di porli al riparo da qualsiasi forma di ritorsione, discriminazione o penalizzazione, fatti salvi gli obblighi di legge e a fronte di richieste dell’autorità giudiziaria. Ogni segnalazione sarà opportunamente tracciata e conservata.